Angolo del professionista

L'angolo del professionistaQuesto spazio è a disposizione degli utenti del portale che vogliano pubblicare un testo, un commento o un articolo firmato in materia di PI.

Condizioni di utilizzo:
- il testo rimane di proprietà dell'autore e sarà pubblicato all'interno di SPRINT - Sistema Proprietà Intellettuale, dopo un esame da parte della redazione.
- Il testo non deve contenere forme di pubblicità più o meno manifesta di servizi, prodotti o attività a fine di lucro. L'auto promozione è data dalla possibilità di inserire in calce i propri riferimenti.
- nel caso in cui l'autore commenti una sentenza o comunque esprima un'opinione su un argomento che lo vede in qualche modo coinvolto, o come parte in causa o in veste professionale, è necessario riferirlo con una nota di trasparenza in calce al testo.
- L'autore solleva la Redazione e l'Editore da ogni responsabilità derivante dalla pubblicazione del testo.

E' possibile inviare i testi contattando la redazione.

 


  • Diritti d'autore e diritti connessi - Aspetti generali

Il Tribunale di Milano condanna le pubblicità di Caleffi per l'utilizzo di elementi evocativi dell'immagine di Audrey Hepburn

11 febbraio 2015

Con sentenza n. 766 del  21 gennaio 2015 a conclusione della causa promossa dagli eredi di Audrey Hepburn nei confronti di Caleffi S.p.a., il Tribunale di Milano si è pronunciato in favore della tutela del diritto di immagine dell'attrice, riconoscendo indebito l'utilizzo non del ritratto e delle fattezze della Hepburn, ma di alcuni elementi che, anche se non direttamente riferibili a lei sola, per la loro peculiarità ed il loro valore evocativo sono idonei a richiamare in via immediata nella percezione del pubblico l'attrice, alla quale tali elementi (abbigliamento, ornamenti, acconciatura) sono ormai indissolubilmente collegati.
  • Marchi registrati

Il marchio altrui è registrabile in lingua cinese!

3 febbraio 2015

Recentemente l’UIBM ha dovuto esaminare un caso molto particolare, la cui decisione ha permesso ad un operatore commerciale diverso da Land Rover di registrare in Italia proprio il marchio “Land Rover”, seppur in lingua cinese.
  • Diritti d'autore e diritti connessi - Aspetti generali

Copie Privée: la Francia al centro del dibattito europeo

19 gennaio 2015

Copia privata, la discussa eccezione al diritto d’autore, è oggetto di un complicato procedimento giurisdizionale. Dal Conseil d’Etat alla Corte di Giustizia Europea, la tutela autoriale diventa materia trasversale della Società dell’Informazione.
  • Brevetti per invenzione

Brevetto unitario, cosa ne pensa l'Avvocato Generale

12 gennaio 2015

ll 18 Novembre 2014, Yves Bot, Avvocato Generale della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, ha presentato le proprie conclusioni sui due ricorsi spagnoli (rispettivamente C-146/13 e C-147/13) contro il regolamento UE 1257/2012, in materia di cooperazione rafforzata allo scopo di istituire una tutela brevettuale unitaria, (precisamente gli articoli 9(1), 9(2) - Compiti amministrativi nel quadro dell’Organizzazione europea dei brevetti - e il 18(2) - Entrata in vigore e applicazione) e contro il regolamento UE 1260/2012, circa il regime linguistico del brevetto unitario.
  • Diritti d'autore - Opere musicali e opere composte con la musica

Il Tribunale di Milano sugli obblighi del produttore fonografico - la vittoria di iTunes e Spotify sul CD

9 gennaio 2015

Con sentenza n. 15079 pubblicata lo scorso 17 dicembre 2014 a conclusione della causa De Silva Alves / New Music International, il Tribunale di Milano si è pronunciato in merito agli obblighi del produttore fonografico in riferimento alla distribuzione e promozione dei brani musicali allo stesso affidati.
  • Marchi registrati

Le neuroscienze approdano a Lussemburgo

21 novembre 2014

Chi scrive si occupa da anni dei processi percettivi che interessano il consumatore quando viene coinvolto nel rischio di confondibilità tra due marchi simili. La giurisprudenza comunitaria, nel corso del tempo, ha mostrato di prendere sempre più in considerazione gli aspetti comportamentali del consumatore, vero referente e protagonista nei giudizi di confondibiltà.
  • Marchi registrati

Famiglia di marchi: come rafforzare la tutela dei propri marchi

12 novembre 2014

E’ stato recentemente riconosciuto, anche dalla Divisione di Opposizione italiana, il principio, ormai consolidato a livello comunitario, dell’ampliamento della protezione accordata a tutti i marchi appartenenti alla c.d. “famiglia di marchi”/”marchi di serie”.
  • Made in Italy

Dicitura “prodotto italiano” e uso del simbolo della bandiera italiana su merci confezionate in Italia. Falsa o fallace indicazione? Reato o illecito amministrativo?

10 novembre 2014

La Corte di Cassazione III sez. pen. lo scorso 14 Ottobre - sentenza n. 42874 - si è pronunciata, rigettando, con declaratoria di inammissibilità, un ricorso avverso un’ ordinanza di diniego della richiesta di riesame nei confronti di un decreto di sequestro preventivo, avente ad oggetto il sequestro di macchinari destinati all’imbustamento di funghi porcini e dei sacchetti contenenti la medesima merce originaria da paesi esteri, ma confezionata da azienda Italiana.
  • Nomi a dominio

Cybersquatting. Una pratica ancora in uso. L’ultima decisione del WIPO

7 ottobre 2014

Quando si configura la malafede nella registrazione di un nome a dominio? Nell’ambito della registrazione dei nomi a dominio vige il principio “first come first served”, in buona sostanza: se il dominio è libero, posso registrarlo. Ma, è legittimo registrare un nome a dominio simile ad un marchio famoso? Costituisce un vantaggio per l’impresa monitorare la rete internet per impedire violazioni ai propri diritti di privativa industriale?
  • Marchi registrati

La riforma del marchio comunitario va in stallo

1 ottobre 2014

Cecilia Wikström, membra del Parlamento Europeo e rapporteur della Riforma del marchio comunitario (Regolamento e Direttiva) ha pubblicamente denunciato il ritardo con cui procedono i negoziati per varare il progetto di riforma che difficilmente entrerà in vigore entro l’anno, come previsto.
  • Diritti d'autore - Disegno industriale

Proposta di legge del 25 giugno 2014 sulll'art. 239 del CPI: siamo giunti, forse, ad un chiarimento definitivo?

10 settembre 2014

Il 19 aprile scorso è definitivamente scaduto il termine di ben 13 anni previsto dal D.L. n. 216/2011 convertito nella L. n. 14/2012 che aveva modificato ancora una volta l’art. 239 del Codice di Proprietà Industriale, il quale accorda la protezione prevista dal diritto d’autore a quelle opere del disegno industriale che, anteriormente alla data del 19 aprile 2001, erano oppure erano divenute di pubblico dominio, concedendo un termine di grazia alle imprese che hanno fabbricato o commercializzato, nei 12 mesi anteriori al 19 aprile 2001, prodotti realizzati in conformità con le opere del disegno industriale, allora in pubblico dominio, nei limiti quantitativi del preuso.
  • Diritti d'autore e diritti connessi - Aspetti generali

Vecchio continente, nuove biblioteche

1 luglio 2014

La Corte di Giustizia UE ci sta abituando a decisioni di indubbio peso che vanno nella direzione di una irrinunciabile presa di coscienza sulla inadeguatezza dei criteri tradizionali del copyright rispetto al mondo digitale.
  • Diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica

Se il copyright va un po’ stretto al web, ci pensa la Corte di Giustizia

18 giugno 2014

Se i legislatori stanno a guardare o quantomeno vanno avanti con i loro tempi da testuggine, la Corte di Giustizia UE continua a sfornare sentenze di altissimo impatto per il diritto di internet e nello specifico in merito alla necessità di un’autorizzazione per vedere su un browser il contenuto di una pagina web pubblicamente accessibile. Detta così sembra una cosa stupida - e lo è - ma la fantasia degli avvocati che si occupano di copyright e cercano di far girare al contrario le ruote dell'orologio, è immensa.
  • Nomi a dominio

Brasile - Amazon 1-0 nella competizione per i gTLD

16 giugno 2014

Alcune settimane fa, l’ICANN ha rifiutato la domanda di Amazon per il gTLD .amazon. La competizione per i gTLD (i domini di primo livello generici che identificano il tipo di organizzazione collegata ad Internet - ad esempio, .com per le aziende, .edu per scuole e università, .gov per gli enti governativi, ecc.) si è aperta da quando, nel giugno 2011, l’ICANN - responsabile dell’introduzione e gestione dei gTLD - ha lanciato un nuovo programma per la concessione dei domini di primo livello,