28 maggio 2015

I marmi del Partenone restano al British

Jeremy Phillips riporta in MARQUES la notizia del cambiamento di rotta (qualcuno l’ha chiamato volta faccia) del Governo greco che ha rinunciato a perseguire legalmente il British Museum per riavere il fregio del frontone del Partenone di Fidia.

Le ragioni possono essere diverse, ma la domanda - che periodicamente viene riproposta - è: quale sarebbe la base legale per chiedere la restituzione? Se si tratta di contestare la illegittimità della provenienza di una pittura di Pompei, messa all’asta da Sotheby’s, e riportarla a casa, i nostri Carabinieri sono bravissimi, ma che succede con dei marmi che stavano là, al Partenone o dintorni, da un paio di mille anni, fino a che il solito Lord inglese in vacanza se li è portati via, facendo credere al Pascià di turno che non erano adatti ad arredare il suo bagno turco?

 

Il discorso, per carità, è serissimo e complicatissimo. Gli eredi dell’autore Fidia sono leggermente defunti, e sino ad ora non ci è riuscito nessuno, neanche la barricadera Irene Papas.

Vero è che tutta la storia della cultura occidentale è tutta attraversata da furti, saccheggi, distruzioni e ricostruzioni d’opere d’arte. Solo noi, probabilmente, siamo stati così carini da restituire l’obelisco di Axun da dove stava benissimo davanti alla FAO per finire abbandonato sotto un mucchio di sabbia.

Oppure vogliamo sparare su Garibaldi, anzi su Napoleone che ha fatto quello che ha voluto, mettendo su un Louvre che ci porta via visitatori con la nostra Monna Lisa, e compagni? Non meglio sarebbe andata con Hitler.

Dice il nostro Ministro Franceschini che il nostro è "un museo diffuso", un po’ dappertutto. Bella frase. Va beh, ma che vogliamo fare?

Il discorso sarebbe lungo, ma personalmente credo che la legge, il diritto o ancor meno la Proprietà Intellettuale c’entri granché. Le opere d’arte appartengono all’Arte, e l’Arte, quella vera, ha ben poco a che  vedere con le miserie e gli affarucci degli esseri umani.

 

_______________________________________________________________
Commenta e segui la discussione su