• Marchi registrati

14 maggio 2019

Royalties e valore doganale di merci provenienti da un fornitore extra UE: se il venditore è soggetto diverso dal beneficiario delle royalties, le clausole del contratto di licenza sono determinanti per stabilire il controllo del titolare del marchio

Nella determinazione del valore in dogana della merce importata da un Paese extra UE, l’applicazione del potere di rettifica dell'Ufficio doganale sussiste, non solo quando l'operazione è subordinata espressamente, nelle clausole dell'accordo di licenza, all'assolvimento del pagamento dei corrispettivi e dei diritti di licenza (cd. royalties) dovuti dall'importatore in relazione alle merci importate, ma anche quando tale rapporto di subordinazione si evince dal tenore delle clausole contrattuali che interessano anche diversi soggetti che possono intervenire nell'operazione medesima, ossia quando, come nel caso in esame, il venditore è soggetto diverso dall'avente diritto alla percezione delle royalties.

Questo contenuto è riservato agli abbonati. Se già disponi di un accesso valido clicca qui per autenticarti, altrimenti clicca qui per richiedere una PROVA GRATUITA!
Inoltre puoi:
- contattare i numeri 06.56.56.7212 o 392.993.6698
- inviare una richiesta al servizio clienti
- consultare le formule di abbonamento