• Diritti di proprietà industriale - Aspetti generali

21 dicembre 2015

Contraffazione: il provvedimento di sequestro deve esplicitare il rapporto diretto della merce contraffatta con il delitto ipotizzato

Con la sentenza n. 45724, depositata il 18 novembre 2015, la Corte di Cassazione, seconda sezione penale, ha annullato l'ordinanza impugnata con rinvio al tribunale del riesame avente ad oggetto un decreto di sequestro emesso dal P.M. con riferimento a 112.426 capi di abbigliamento, ritenuti oggetto di contraffazione e quindi corpo di reato suscettibile di confisca obbligatoria ex art. 240, comma 2, n. 2, cod. pen., in relazione ai reati di cui agli artt. 473, 474, 474-ter cod. pen.. 

Questo contenuto è riservato agli abbonati. Se già disponi di un accesso valido clicca qui per autenticarti.
In caso contrario è possibile contattare i numeri 06.71.28.0054 o 392.993.6698, inviare una richiesta al servizio clienti o consultare le formule di abbonamento.