• Diritti di proprietà industriale - Aspetti generali

1 aprile 2016

La nozione di acquirente finale di merce contraffatta nell'interpretazione restrittiva della Cassazione

La seconda sezione penale della Corte di Cassazione ha annullato la sentenza con cui il giudice d’appello, di fronte ad un sequestro di merce contraffatta - dopo aver fatto venire meno il reato che consentiva di ritenere che l’imputato non fosse un mero consumatore finale (assolvendolo dall’illecito penale di cui all’art. 474 cod. pen.) - non si è posto il problema di verificare a che titolo l'imputato possedesse i prodotti contraffatti sequestratigli.

Questo contenuto è riservato agli abbonati. Se già disponi di un accesso valido clicca qui per autenticarti.
In caso contrario è possibile contattare i numeri 06.71.28.0054 o 392.993.6698, inviare una richiesta al servizio clienti o consultare le formule di abbonamento.