• Marchi registrati

16 maggio 2016

Prova della contraffazione mediante la testimonianza dell'agente di polizia giudiziaria

La Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo cui “la prova della falsificazione del marchio di un bene può essere fornita anche dalla testimonianza del soggetto operante, laddove si tratti di un soggetto qualificato aduso a tale genere di controlli e lo stesso spieghi in maniera logica attraverso quali indici rivelatori egli è pervenuto alla conclusione che si trattasse di un prodotto contraffatto”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati. Se già disponi di un accesso valido clicca qui per autenticarti.
In caso contrario è possibile contattare i numeri 06.71.28.0054 o 392.993.6698, inviare una richiesta al servizio clienti o consultare le formule di abbonamento.