• Invenzioni dei dipendenti

31 marzo 2015

Invenzione occasionale del lavoratore: la concessione del brevetto è “condicio iuris” per esercitare il diritto al canone o al prezzo

Con la sentenza n. 5424 del 18 marzo 2015, la sezione lavoro della Corte di Cassazione ha deciso di mantenere fermo l'orientamento espresso dalla stessa Corte, secondo cui, “nel regime precedente l'entrata in vigore del D.Lgs. 10 febbraio 2005, n. 30, anche nell'ipotesi di invenzione cosiddetta occasionale disciplinata dal R.D. n. 1127 del 1939, art. 24, la concessione del brevetto costituisce la condicio iuris cui è subordinato l'esercizio del diritto del lavoratore, autore dell'invenzione, al canone o al prezzo, non essendo sufficiente l'asserita utilizzazione di fatto dell'invenzione da parte del datore di lavoro”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati. Se già disponi di un accesso valido clicca qui per autenticarti.
In caso contrario è possibile contattare i numeri 06.71.28.0054 o 392.993.6698, inviare una richiesta al servizio clienti o consultare le formule di abbonamento.