• Farmaceutici e fitosanitari

6 ottobre 2015

Efficacia del certificato protettivo per i medicinali: la pronuncia della Corte di Giustizia sulla nozione di “data della prima autorizzazione di immissione in commercio nell'UE”

Con la sentenza 6 ottobre 2015 (causa C-471/14), la Corte di Giustizia UE ha deciso su una questione in materia di specialità farmaceutiche, rispondendo ad una domanda di pronuncia pregiudiziale vertente sull’interpretazione dell’articolo 13, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 469/2009 del 6 maggio 2009, presentata nell’ambito di una controversia tra la Seattle Genetics Inc. e l’Ufficio brevetti austriaco (Österreichisches Patentamt) in merito ad una rettifica della data di scadenza di un certificato protettivo complementare (CPC) rilasciato per medicinale.

Questo contenuto è riservato agli abbonati. Se già disponi di un accesso valido clicca qui per autenticarti.
In caso contrario è possibile contattare i numeri 06.71.28.0054 o 392.993.6698, inviare una richiesta al servizio clienti o consultare le formule di abbonamento.