6 maggio 2016

Sistema dell'equo compenso per copia privata nell’ordinamento italiano: secondo l’Avvocato Generale UE ricorrono elementi di incompatibilità

L’Avvocato Generale dell’Unione Europea ha espresso il proprio parere in merito alla compatibilità del sistema italiano sull’equo compenso per copia privata con la direttiva europea n. 2001/29 (armonizzazione di taluni aspetti del diritto d’autore e dei diritti connessi), ed in particolare con l’art. 5 della direttiva che disciplina le eccezioni e le limitazioni al diritto di riproduzione.

Questo contenuto è riservato agli abbonati. Se già disponi di un accesso valido clicca qui per autenticarti.
In caso contrario è possibile contattare i numeri 06.71.28.0054 o 392.993.6698, inviare una richiesta al servizio clienti o consultare le formule di abbonamento.