• Diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica

Il concetto di “alias” (di un sito pirata) secondo il Tribunale di Milano

11 maggio 2018

di Alessandro La Rosa Il Tribunale di Milano, Impresa “A”, con ordinanza del 12 aprile c.a. ha accolto integralmente le richieste inibitorie di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. aventi ad oggetto la richiesta di blocco dell’accesso al noto portale web “Italiashare” da parte degli Internet Service Provider (ISP) italiani che forniscono l’accesso ad Internet.
  • Diritti d'autore - Opere cinematografiche, audiovisive e radiodiffuse

Dracula e risarcimento del danno, un salasso per il distributore cinematografico

10 maggio 2018

di Giacomo Lusardi Lo scorso gennaio il Tribunale di Roma si è espresso con rigore, in particolare quanto al risarcimento del danno liquidato al produttore, riguardo a uno dei principali obblighi previsti nei contratti di distribuzione di opere cinematografiche, vale a dire quello relativo al numero minimo di sale - o schermi -  in cui la proiezione deve avvenire.
  • Know how aziendale e segreti commerciali

Protezione del know how e delle informazioni commerciali riservate: approvato il decreto di attuazione della direttiva europea

10 maggio 2018

Con comunicato stampa dell'8 maggio 2018 il Consiglio dei Ministri rende noto di aver approvato, nella riunione dell’8 maggio 2018, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e del Ministro della giustizia, in esame definitivo, due decreti legislativi che introducono misure necessarie all’attuazione e all’adeguamento della normativa nazionale ad alcune importanti direttive europee. Uno dei due decreti riguarda la protezione del know how e delle informazioni commerciali riservate (segreti commerciali) contro l’acquisizione, l’utilizzo e la divulgazione illeciti.
  • Diritto d'autore sulle reti di comunicazione elettronica

Una web app basata sulla tecnologia blockchain a tutela del diritto d’autore

9 maggio 2018

Alla I edizione londinese dello SMAU, tenutosi dal 2 al 4 maggio 2018, è stata lanciata sul mercato la "web app CERTO", un'applicazione realizzata dalla startup padovana NOIMA - impresa specializzata nella difesa della web reputation e risk management - con lo scopo di difendere l'utente da qualsiasi rischio di plagio o contraffazione online, certificandone l'identità digitale.
  • Studi, report e ricerche sulla proprietà intellettuale

Raccolta EUIPO di casi giurisprudenziali sul diritto d'informazione nella tutela dei diritti IP

8 maggio 2018

L'EUIPO ha pubblicato una raccolta di casi giurisprudenziali relativi al bilanciamento, nell'ambito dei procedimenti riguardanti la violazione di un diritto di proprietà intellettuale, tra il diritto d'informazione di cui all'articolo 8, paragrafo 1, direttiva n. 2004/48/CE del 29 aprile 2004 sul rispetto dei diritti di proprietà intellettuale, ed i diritti fondamentali nell'Unione Europea.
  • Marchi registrati

Nulli i marchi TECAR e TECARTERAPIA: si tratta di denominazioni di uso comune, già presenti nei prontuari medici

8 maggio 2018

di Annalisa Spedicato La società titolare dei marchi TECAR e TECARTERAPIA, registrati a livello nazionale e comunitario rispettivamente negli anni 2003 e 2007, aveva agito davanti alla Corte d’appello di Bologna, sezione specializzata in materia d’impresa, per ottenere il ribaltamento della sentenza che aveva negato in primo grado la contraffazione dei segni suddetti, decidendo in favore di una società concorrente che li aveva utilizzati nell’ambito della promozione di un proprio macchinario elettromedicale.
  • Studi, report e ricerche sulla Proprietà intellettuale

Rapporto EUIPO 2018 sul caso di prova relativo all'offerta legale di film online

8 maggio 2018

L'Osservatorio europeo sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale ha pubblicato un nuovo studio "Caso di prova 2018: offerta legale di film online", che esamina i risultati di un caso di prova svoltosi tra settembre e dicembre 2017, al fine di valutare l'esperienza dei consumatori in merito all'accesso a contenuti filmici digitali mediante risorse legali online, più in particolare, mediante servizi di video on demand transazionali ("pay per title", in seguito TVOD).
  • Marchi registrati

La malafede nella registrazione del marchio: la Cassazione si sofferma sui presupposti di applicazione della normativa

7 maggio 2018

La registrazione del marchio in malafede opera quale norma di chiusura: l'art. 19, comma 2, c.p.i. è chiamato a definire i conflitti che il legislatore non ha ritenuto di risolvere espressamente, giacché la legge non regolamenta più volte la medesima situazione. In tal senso, la disciplina dettata non potrebbe essere invocata da chi, essendo titolare di un diritto anteriore (perché, ad esempio, ha registrato per primo o può vantare un preuso non locale del segno), riceva già tutela in ragione di tale sua posizione giuridica.